Nei nazionali universitari, argento per Robbin, bronzo per Pina Barros e per la staffetta 4x400 del Cus Torino

22 Maggio 2022

Positive prestazioni dei ragazzi valdostani nei Campionati Nazionali Universitari. Bottino di prestigio con tre medaglie

di Valle D Aosta


 

Grande soddisfazione per la pattuglia valdostana che a Cassino (Frosinone) nella 75esima edizione dei Campionati nazionali Universitari, raccoglie tre medaglie, grazie alle prestazioni realizzate da Jean-Marie Robbin (Cus Torino - Biotekna) e Joao Carlos Pina Barros (Cus Torino - Calvesi) e Elia Franciscono (Cus Torino - Cogne). Domenica alle ore 15:00, in un torrido pomeriggio, l’anello del “Gino Salveti” di Cassino, ha ospitato la terza e più quotata serie dei 400hs, quella con i valdostani. Jean Marie Robbin e Joao Carlos Pina Barros, i due ex compagni di club, separati in questa stagione a seguito del tesseramento del 24enne di Valpelline, ora in forza alla Biotekna di Venezia, sono tornati a sfidarsi e il distacco ancora una volta è stato minimo, soli 14centesimi. Un luccicante argento brilla al petto di Jean-Marie capace di concludere in 51”96, primato stagionale e seconda prestazione in carriera appena dietro il 51”62 corso nel 2017.

Davanti, un po’ a sorpresa, festeggia il titolo di campione nazionale universitario il veronese Giacomo Bertoncelli (Cus Verona – Atl Insieme VR) capace di imporsi in 50”65, migliorando in maniera imponente il suo personale di 52”73. Un po’ penalizzato da una quinta corsia che non lo ha certo favorito, Joao Carlos che comunque fa sua una preziosa medaglia di bronzo correndo il giro di pista con le dieci barriere in 52”10, un po’ dietro al fresco 51”18 fatto registrare una settimana fa a Torino nel corso dei Campionati di Società.

In chiusura della due giorni, alle ore 18:00 di domenica si corre la 4x400 maschile con il Cus Torino che presenta un quartetto con 3 componenti valdostani. Al blocco di partenza, in corsia 6, si presenta Elia Franciscono che da il cambio all’unico non valdostano, Alfredo Baldo Chamorro, la terza frazione è di Joao Carlos Pina Barros, mentre chiude Jean-Marie Robbin. Il tempo di 3’15”62, senza troppa concorrenza, gli consegna la prima posizione provvisoria che però viene superata dalle prime due formazioni della seconda serie.

Il titolo italiano universitario della 4x400 lo conquista il Cus Modena - Reggio Emilia in 3’14”03 (Michele De Berti, Riccardo Tamassia, Alberto Montanari, Andrea Romani), l’argento va al Cus Milano (Giorgio Isacco, Andrea Panassidi, Francesco Camilli, Francesco Rossi) che chiude in 3’14”49; il bronzo è del Cus Torino, marchiato Valle d’Aosta, con può rammaricarsi per non aver potuto correre con i più forti e giocarsi in pista un podio molto equilibrato. Prima della prova della staffetta del “miglio”, impegno individuale per Elia Franciscono (Cus Torino - Cogne), che sabato è stato protagonista della gara dei 400 metri dove si è piazzato al 19esimo posto con 51”42.

In campo femminile valdostane impegnate sabato nei 400mt con Eleonora Foudraz (Cus Roma – Calvesi) inserita nella prima e più impegnativa batteria capace di piazzarsi al quinto posto finale correndo in 55”58 mentre nei 200 mt disputati domenica, con vento sempre opposto al rettilineo di arrivo, ancora Foudraz (Cus Roma – Calvesi) si è piazzata al 12esimo posto con 25”60 (-1.0), mentre la corregionale Veronica Pirana (Cus Torino - Calvesi) ha concluso il suo mezzo giro di pista conquistando la 16esima piazza con 25”93 (-2.1). Positivo ottavo posto nel concorso del salto con l’asta per la saltatrice Valentina Tesio (Cus Torino – Calvesi) che ha confermato il fresco personale di 3m40, saltato domenica pomeriggio alla prima prova.  


Sul terzo gradino del podio la staffetta 4x400 del Cus Torino con Joao Carlos Pina Barros, Jean-Marie Robbin e Elia Franciscono) Foto V. Pirana


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate