Axelle Vicari non sbaglia. Suo il titolo italiano Juniores di Corsa in Montagna

31 Luglio 2022

Orfani dell’assenza di Xavier Chevrier ci ha pensato Axelle Vicari a tenere alti i colori della Valle d’Aosta nella seconda e ultima prova dei campionati italiani di corsa in montagna

di Valle D Aosta


 

La 19enne di Valsavarenche, favorita della vigilia, non ha sbagliato nulla aggiudicandosi il successo nella gara di sola salita della prova Juniores che si è tenuta sabato 30 luglio a Premana.

Nella località in provincia di Lecco, la campioncina in forza alla Sisport Torino non ha lasciato spazio alle avversarie gestendo la gara forte di un dominio mai stato in discussione. Sulla linea del traguardo, dopo 5 km di cavalcata, la valdostana è giunta dopo 37’55” (media 7’34”) staccando di 1’21” Emily Vucemillo (Sportclub Merano) e di 2’07” Matilde Bonino (Atl Stronese) che assieme alla valdostana hanno occupato i tre gradini del podio della prova under 20 femminile. Un predominio che garantisce ad Axelle l’automatica convocazione per i Mondiali di corsa in montagna in programma in novembre in Thailandia.

L’appuntamento di Premana seconda prova dei campionati italiani Assoluti e Juniores, dopo la prima tappa del 5 giugno di Gazzaniga (Bergamo) ha patito l’assenza di Xavier Chevrier il nostro ambasciatore più atteso, vincitore della prima prova (Up&Down), dato tra gli iscritti ma obbligato al forfait a seguito dei postumi collegati al Covid.

Presente al prestigioso appuntamento l’altro top runner locale Henri Aymonod (Malonno) capace di concludere la sfida tra gli italiani, nella gara assoluta di 9km, ai piedi del podio, in una comunque eccellente quarta posizione (ottavo nella prova internazionale), nel tempo d 48’55”, alla media di 5’25” al chilometro, preceduto solamente da Andrea Rostan (47’52”), Cesare Maestri (48’33”) e Daniel Pattis (48’43”) che lo hanno sopravanzato occupando le prime tre posizioni. Con i migliori anche Massimo Farcoz (Malonno) che chiudendo in 51’10” (media 5’41”) si è inserito 11esimo tra gli italiani e 18esimo assoluto.


Nella stessa prova assoluta maschile buon nono posto tra i senior master 50 con 1h08’28” per Ilario Vection (APD Pont St Martin) 124° nella generale e Silvio Enrico (APD Pont St Martin) 6° tra i master 55 in 1h16’15”, 149° della classifica assoluta.

Nella prova assoluta femminile, ottima sesta piazza tra le italiane e 11esima assoluta per Luisa Rocchia (APD Pont St Martin) e quarta nella classifica delle SF35 con il tempo di 1h00’06” (media 6’39”). Su alti livelli si è espressa anche Federica Barailler (Cogne) 18esima italiana, 24esima assoluta e 7a SF35 con il tempo di 1h03’46.

Due presenze valdostane anche nella gara riservata agli Junior maschile dove 14° si è piazzato Joseph Philippot (APD Pont St Martin) in 36’21” e 20° Stefano Baronio (Atl Monterosa Fogu Arnad) in 39’54”.

Riavvolgiamo il nastro per tornare a parlare e tributare il giusto riconoscimento alla campionessa italiana Juniores 2022 Axelle Vicari, protagonista di una stagione eccezionale ma ancora ricca di appuntamenti importanti, che così racconta la sua impresa: “Stavo bene e mi sono presentata a Premana il giorno prima, contenta di tornare a gareggiare nella mia gara preferita, la corsa in montagna nella specialità della sola salita. Non ho provato il percorso e di conseguenza ho gestito l’impegno organizzando la prima parte di attesa per poi spingere nella seconda parte e provare a confermarmi con le migliori. Uno strappo subito dopo il via ha portato ad una prima selezione che ha creato un terzetto a guidare composto da Matilde Bonino, Emily Vucemillo ed io. Tutto invariato fino agli ultimi 2km che coincidevano con l’ultimo impegnativo sforzo con una salita veramente tosta.


A quel punto ho provato a cambiare passo e con una buona progressione sono riuscita a staccare le due compagne di fuga arrivando in cima in solitaria”. Tutto facile per lo splendido talento valdostano, una spanna sopra le altre, che con questa vittoria fa suo il titolo italiano juniores 2022 e si conferma essere la migliore e più interessante promessa non solo della corsa in montagna ma anche del mezzofondo corso su pista. Ora l’obiettivo si sposta ai mondiali di novembre in Thailandia, ma prima ci sono ancora tanti impegni: “Ho ancora un esame da dare all’università, a inizio settembre, e il mese di agosto lo userò per tornare in maniera più puntuale sui libri, senza comunque escludere la corsa. Da Premana mi trasferirò per due settimane a Sestriere dove assieme ad altri compagni farò un ritiro in altura. A fine mese, dal 27 agosto al 3 settembre, sono stata convocata per il raduno del settore mezzofondo a Dimaro Folgarida e subito dopo, il 4 settembre, parteciperò ai campionati italiani sui 10km su strada in programma a Castelfranco Veneto. A metà settembre (17 e 18/09 a Palermo) sarò con il mio club (Sisport Torino) alla finale bronzo dei Campionati di Società Assoluti su pista. Poi testa, cuore e gambe torneranno in esclusiva per la corsa in montagna per preparare al meglio i mondiali di inizio novembre in Thailandia, una gara a cui tengo particolarmente, dove mi metterò alla prova con le migliori atlete al mondo. Elettrizzante”.

Non manca il capitolo della dedica per questo ennesimo risultato di prestigio: “Non posso non ringraziare la mia famiglia che mi segue e mi sostiene sempre; alla mia società, ai miei allenatori e a mio nonno, che non c’è più, ma che so sarebbe molto orgoglioso di questi risultati”.

Axelle è semplice, genuina, serena e spigliata, oltre a rifuggire ogni forma di presunzione e atteggiamento da prima della classe, una figura bella e positiva per lo sport e il movimento dell’atletica valdostana.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate