Nel Grand Prix, minimo per Micol Turato

23 Aprile 2018

Una radiosa giornata di sole primaverile ha fatto da corollario alla prima tappa outdoor del Grand Prix Giovanile, dopo l'esordio invernale al palaindoor nello scorso mese di febbraio.

di Valle D Aosta


 

Al campo Tesolin di Aosta un nutrito numero di giovani atleti, di tre categorie, dai Ragazzi agli Allievi, passando dai Cadetti, sono stati protagonisti e tra questi non sono mancati alcune belle prestazioni. Il circuito Grand Prix Giovanile è voluto dal Comitato regionale Fidal ed è supportato da tre preziosi sponsor, Ideal Car Peugeot, Gros Cidac e Autoriparazioni Giachino. Alla domenica pomeriggio di gare hanno partecipato cinque club attivi nel settore della pista, gli organizzatori della Calvesi, la Cogne di Aosta, l'Atletica Saint-Christophe, il Pont Donnas e l'Atletica Monterosa. Nella categoria Ragazzi (12-13 anni), impegnati nel triathlon, la palma del migliore è andata a Rebecca Mercurio e Federico Vierin, entrambi portacolori dell'Atletica Sandro Calvesi. Tra i Cadetti (14-15 anni) in campo femminile Gaia Giussani (Pont Donnas) si è imposta con 147 punti, al pari di Clarissa Giannattasio (Cogne) che ha concluso in seconda posizione, andando a guardare la migliore prestazione singola. In campo maschile, solitario, a punteggio pieno, Leonardo Manzalini (St-Christophe). Tra gli Allievi (16-17 anni), guardando le migliori due prove, i successi sono andati a Sveva Nobili e Gabriele Adorni, portacolori in forza all'Atletica Calvesi.

Dall'appuntamento aostano sono scaturiti diversi primati personali migliorati. Guardando coloro che si sono imposti nella loro gara, tra le Ragazze Valentina Capone (Calvesi) ha migliorato di 4 centesimi il suo miglior crono sui 60 metri correndo la distanza in 8”65.


Nell'alto, Cloe Plater (Calvesi) ha portato a 1m36 il proprio PB, incrementandolo di 7cm. 4,07 mt è invece stato il miglioramento di Rebecca Mercurio (Calvesi) che con 17m18 si è imposta nel concorso del lancio di disco. Tra i Ragazzi, vittoria senza primato per Luca Cipriano (Pont Donnas) che si è aggiudicato la prova della velocità con 8”49. 6cm di miglioramento, salito fino a 1m43, hanno permesso a Federico Vierin (Calvesi) di fare propria la gara del salto in alto, mentre lo stesso atleta, migliorato di 8m40 nel personale del lancio del disco, si è imposto anche nella prova di lancio con la misura di 23m33.

Tra le Cadette, la vittoria sugli 80 metri è andata a Clarissa Giannattasio (Cogne) con 11”00; sui 2000 ad imporsi è stata Camilla Villanese (Pont Donnas) con 8'51”87. 4”06 di miglioramento hanno garantito il successo all'ostacolista della Calvesi, Sara Lorenzini che nella prova dei 300hs ha chiuso vincente nel tempo di 50”63. 17cm meglio del precedente personale ha poi realizzato, nel salto triplo Gaia Giussani (Pont Donnas) che si è imposta con la misura di 10m47.


Nel giavellotto, in prima posizione si è piazzata Sofia Rollandin (St-Christophe) con 16m42 che ha incrementato il pb di 9m24.

Tra i Cadetti Leonardo Manzalini (St-Christophe), ha abbassato di 41 centesimi di secondo il primato sugli 80 metri, vincendo la prova in 10”14 e altrettanto si è migliorato nella gara dei 300hs dove si è imposto in 45”83, limando 1”60 al proprio primato. Netto miglioramento da parte di Diego Yon (Pont Donnas) che, sulla distanza dei 2000 metri, ha limato oltre 40” al precedente limite, vincendo in 6'49”51. Vittoria nel triplo per Matteo Impieri (Cogne) con 10m85, mentre Rhemy Jeantet (Pont Donnas) ha centrato il successo nel giavellotto con 27m03, crescendo di quasi 1 metro.

Venendo agli Allievi, la migliore prestazione di giornata l'ha certamente ottenuta la velocista della Cogne, Micol Turato che festeggia il minimo per i campionati nazionali abbassando il proprio personale di 32 centesimi, correndo i 100 metri in 12”80, 2 centesimi meno di quanto richiesto dalla federazione per prendere parte alla massima competizione under 18. A vincere, nelle singole prove sono anche state Elena Perego (Calvesi) sui 1500 in 5'20”09, Sveva Nobili (Calvesi) nel triplo con 10m50, migliorandosi di 25cm e Giulia Aresca (Cogne) con 14m52 nel giavellotto, +47cm rispetto al precedente primato.

In campo maschile, si migliora di 16 centesimi il vincitore dei 100 metri, Gianluca Servodidio (Calvesi) che ha corso in 11”75. Sui 1500 Younes Daniele Tarhia (Cogne) conquista la vittoria con il crono di 4'34”40, nei 400hs il miglior tempo lo ha ottenuto Alexander Garbinato (Pont Donnas) che ha concluso in 1'01”26, Gabriele Adorni (Calvesi) si è imposto nel triplo con 12m34 e, nel giavellotto, Nikolaij Tamborin (Calvesi) ha centrato la vittoria con la misura di 29m40.

 

 

File allegati:
- I risultati del Grand Prix del 22 aprile
- La classifica di tappa



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate