GGG: Raimondo e Riccardi vincitori dei “Premi Speciali” 2019

16 Novembre 2019

Caterina Raimondo, si aggiudica la categoria “Miglior Performance” e Ugo Riccardi la categoria “Fair Play”.


 

Non solo giovani! Parlando di giudici della nostra regione, è arrivato il momento di tributare la giusta attenzione anche a due figure tanto note quanto insostituibili nel loro operato, talmente prezioso da essere riconosciuto e premiato anche a livello nazionale.

Fra i 4 vincitori della seconda edizione dei “Premi Speciali GGG”, un sondaggio effettuato tra tutti i Giudici di Gara d’Italia, addirittura la metà sono dell’Emilia Romagna: Caterina Raimondo, vincitrice della categoria “Miglior Performance” e Ugo Riccardi, primo nella categoria “Fair Play”.

I voti pervenuti sono stati 2.400, in netto aumento rispetto alla prima edizione del concorso.

 

Caterina Raimondo, vincitrice della categoria “Miglior Performance”
“Nella sua qualifica di Giudice UTO sempre molto precisa e puntuale, ha recentemente scoperto un nuovo ruolo: quello del Direttore di Gara, che svolge ottimamente, con competenza ed entusiasmo” si legge nella lettera di assegnazione del premio.

«La prima soddisfazione era già stata essere scelta fra i 5 nominativi proposi dalla commissione tecnica nazionale… quando poi sono risultata la più votata da tanti giudici provenienti da tutta Italia è stata una bellissima sorpresa!» racconta la Raimondo.

«Fare il giudice è per me quasi una tradizione di famiglia: anche i miei genitori, infatti, continuano a farlo nella nostra regione di origine, la Puglia. Ho iniziato a fare il giudice nel 1982 quando ancora gareggiavo e, nel corso degli anni, ho arbitrato gare in tutta Italia… in effetti devo essere piuttosto conosciuta!».

«Sono contenta perché la votazione rispecchia una valutazione che abbraccia tutta la stagione, in cui tra l’altro mi sono trovata a ricoprire un ruolo per me inedito: direttore di gara, quella figura che, tra le varie mansioni, durante le gare ha anche la responsabilità di supervisionare i vari aspetti della manifestazione e dettare i ritmi per farli combaciare con le esigenze di regia».

«Di solito mi veniva assegnato il ruolo di delegato tecnico, una figura che si occupa della gestione manifestazione ancora prima che inizi, per esempio tenendo i contatti col comitato organizzatore o predisponendo i vari turni e i vari orari. Evidentemente sono piaciuta anche come direttore di gara… che dire, proprio una bella gratificazione!».

Ugo Riccardi, primo nella categoria “Fair Play”.
«A quasi 82 anni non mi era ancora capitato un plauso così grande… non è mai troppo tardi per sorprendersi con belle notizie!» esordisce Ricciardi.

«Sapete cosa farò nei prossimi giorni? Dovrò spulciare tutto il mio schedario elettronico, in cui ho ordinato tutti i dati di tutti i giudici della nostra regione, e ringraziare tutti i colleghi che mi hanno votato!».

E avrà un bel da fare, considerato che la categoria “Fair Play” è stata quella che ha riscosso più consensi, con 784 voti espressi!

“Giudice sempre disponibile, con la sua esperienza ed educazione. Umile e generoso accetta il confronto rendendolo strumento di crescita. Sportivo dentro, con i suoi modi cordiali, somministra sapere senza lasciar mai trapelare la sua superiorità culturale. Un esempio di correttezza senza smanie di protagonismo verso il GGG e la sua amata atletica” riporta la lettera di ufficializzazione della vittoria, a firma del fiduciario nazionale Luca Verrascina.

“A spuntarla è un vero gentleman delle piste, Ugo Riccardi, conosciutissimo in tutto il nord Italia per savoir-faire e competenza“ si legge ancora sul sito Fidal nazionale.

«Ovviamente tanti voti sono arrivati dalla nostra regione e dal nord Italia, ma mi hanno riferito di parecchi apprezzamenti anche da Roma e dal Consiglio Nazionale. Ho già ricevuto i complimenti da tutti i rubieresi… è davvero bello sentire che mi vogliono così bene!».

E come non volerne a un giudice in grado di rapportarsi, con pacatezza e gentilezza, a colleghi, atleti e spettatori di tutte le età?

La premiazione
La cerimonia di assegnazione dei premi si svolgerà a Roma sabato 30 novembre, alla presenza delle massime autorità federali e del Consiglio Nazionale GGG.
Ai complimenti della Federazione e del fiduciario nazionale Luca Verrascina si aggiungono le più vive congratulazioni da parte dell’intero Comitato Fidal Emilia Romagna.

 



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate