Atleti di interesse nazionale. Le direttive

04 Maggio 2020


 

Sulla base delle disposizioni contenute nel DPCM del 26 aprile scorso, da oggi, lunedì 4 maggio, gli atleti di interesse nazionale, così come definiti dalla FIDAL la scorsa settimana, potranno riprendere la propria attività di allenamento, all’interno di impianti aperti nelle modalità stabilite dal Governo.

I criteri individuati dalla FIDAL per definire la lista degli atleti sono stati quindi presentati definitivamente al CONI e da questo veicolato all'Ufficio Sport della Presidenza del Consiglio dei Ministri: nell’elenco sono compresi esclusivamente atleti maggiorenni alla data del 4 maggio 2020. Gli stessi atleti dovranno raggiungere la struttura con un responsabile che ne seguirà l’intero allenamento.

Nella circolare si fa riferimento al disciplinare per la riapertura degli impianti, che deve essere rispettato al momento della ripresa dell'attività. Le società che gestiscono direttamente impianti di atletica leggera sono tenute ad adottarlo, mentre è consigliato a tutte le società di invitare le amministrazioni locali (che dovrebbero già esserne a conoscenza) all'adozione dello stesso. Di seguito il disciplinare e l'allegato relativo all'attività.

Le società interessate possono richiedere al Comitato Regionale FIDAL se propri atleti sono autorizzati alla ripresa dell'attività in quanto "di interesse nazionale". 

Il Comitato Regionale FIDAL e, in special modo, l’Area Tecnica, sono a disposizione per ogni eventuale informazione e chiarimento.
Ricordiamo che gli uffici del Comitato Regionale sono al momento contattabili esclusivamente via mail (seguendo i decreti governativi relativi e le disposizioni sindacali in materia di emergenza sanitaria COVID-19 emanate da Sport e Salute S.p.A., si comunica infatti che gli uffici prolungheranno la propria chiusura  al pubblico fino a lunedì 18 maggio 2020).

File allegati:
- Autodichiarazione per atleti, tecnici, dirigenti,


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate