Assoluti a Trieste, Calvesi presente

29 Giugno 2017

Tre individualisti e la staffetta 4x400 femminile, sei atleti in tutto, tutti in forza all'Atletica Sandro Calvesi di Aosta, sono impegnati a Trieste, protagonisti della 107esima edizione dei campionati italiani individuali assoluti su pista.

di Valle D Aosta


 

Da venerdì 30 giugno a domenica 2 luglio, la massima rassegna tricolore si ripropone nel capoluogo del Friuli Venezia Giulia con i valdostani carichi e volenterosi di confrontarsi con il meglio del movimento nazionale. I tricolori assoluti tornano a Trieste a distanza di 49 anni, dopo l'appuntamento del 1968 quando tra i protagonisti c'era anche Eddy Ottoz, vincitore allora nei 110hs, al suo quarto titolo, con un “facile” 13”9, che anticipò il grande bronzo olimpico di Città del Messico (13”46).

Tornando all'attualità, nel rinnovato stadio Grezar, i rossi Calvesi saranno protagonisti a partire da sabato 1° luglio e Eddy Ottoz, ora nella veste di tecnico delle migliori leve del club intitolato al grande tecnico che fu il suocero, certamente vivrà sensazioni particolari.

La prima a calcare la pista giuliana è Eleonora Marchiando, 20 anni (i 21 anni arriveranno a fine settembre) vice campionessa in carica della categoria Promesse, ad inizio giugno a Firenze, nella gara dei 400hs con il nuovo personale di 58”63. Per l'aostana sarà una prova importante, guardando in prospettiva azzurra.

L'obiettivo, partendo con l'ottavo tempo, tra le 38 iscritte, è agganciare la finale in programma domenica alle 18,40 e mostrare condizione e tempi meritevoli per una chiamata per gli europei Under 23 di Bygdoszcz, in Polonia, che si terranno a metà luglio. Eleonora se la vedrà con la capolista, l'italo cubana Yadisleidy Pedroso (55”39), Marzia Caravelli (55”83) e Ayomide Folorunso (56”73), compagna di tante sfide della valdostana nelle categorie giovanili.

30 minuti dopo Eleonora Marchiando, compagna di squadra e di allenamento, e alle 11,45 di sabato 1° luglio a calcare la pista per la sua prova eliminatoria sarà il 18enne di Valpelline (i 19 anni arriveranno a fine settembre), Jean-Marie Robbin che sarà impegnato nelle batterie anche lui atteso nei 400hs. Il suo 52”72 realizzato lo scorso 10 giugno scorso a Firenze, nelle batterie dei nazionali Juniores, lo presenta con il 14esimo tempo tra i 29 ostacolisti attesi. E' chiaro che non sarà facile centrare un posto in finale, gara prevista per domenica alle 18,30, ma essere il miglior junior in gara e tra i più giovani protagonisti è segno di grande potenziale.

Sotto i 50secondi i migliori, Mario Lambrughi (49”41) ed il piemontese José Reynaldo Bencosme (49”75).

Concentrato nella giornata di domenica l'impegno del 22enne velocista Jacopo Spanò che è recentemente rientrato in Italia dagli States per giocarsi le sue chance per un posto nella staffetta 4x100 azzurra degli europei under 23. Per puntare a qualcosa anche a livello individuale la sfida è serrata e la prova sulla pista di Trieste sarà un test fondamentale. Il velocista piemontese della Calvesi sarà impegnato domenica nella gara dei 200 metri, batteria alle 17,20 e finale alle 18,50. Obiettivo è scendere ancora una volta sotto il muro dei 21” (ha un primato personale di 20”97 fatto a Eugene) e sfidare il meglio della velocità italiana. Il migliore tra gli iscritti, stante il forfait per infortunio della stella Filippo Tortu, è l'italo inglese Antonio Infantino, iscritto con il crono di 20”59.

 

A chiudere la tre giorni dei tricolori di Trieste, come sempre, le staffette, dove nella 4x400 prevista alle ore 20,10 di domenica è iscritto il team rosa della Calvesi. Tornerà in pista Eleonora Marchiando, che avrà il compito di chiudere il quartetto completato dalla giovane Eleonora Foudraz, con Veronica Pirana e Martina Mladenic impegnate nelle frazioni centrali.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate